Park towns

Article Index

Contessa Entellina (571 m s.l.m.)
Borgo fondato nel 1450 da soldati greco-albanesi che avevano prestato servizio per il Re di Napoli nel castello di Bisiri (Mazara del Vallo) e stabilitisi nel casale denominato nel medioevo Vinea Comitissae. Posto alle pendici settentrionali di Monte Genuardo, ha impianto urbanistico compatto a isolati rettangolari stretti e lunghi. Da visitare le chiese di San Nicolò di Mira (XVI sec.); di Maria Immacolata e San Rocco (XVIII sec.), entrambe di rito greco; di Santa Maria delle Grazie (XVI sec.), che custodisce un ricco altare marmoreo. Interessanti la visita dell'Antiquarium di Entella, che raccoglie i reperti archeologici del vicino, omonimo sito archeologico, e i resti del Castello di Calatamauro, di probabile origine bizantina. Particolarmente suggestivi sono i riti della Settimana Santa, simili a quelli di altri centri siciliani di cultura albanese, tra i quali Palazzo Adriano. Tra le produzioni di tipiche, il Pecorino Siciliano (DOP), il Formaggio Vastedda della Valle del Belice (DOP), il Melone di Sicilia (IGP) e il vino Contessa Entellina (DOC).